Cosa ci dice uno sguardo?
 

Non sono gli occhi ad irradiare bellezza, ma gli sguardi… Sia quelli visibili e sia quelli celati!
Nella nostra vita odierna incrociamo una moltitudine di persone, in treno, al ristorante, in aeroporto, quando camminiamo per strada. A volte ci scambiamo sguardi senza rendercene conto e si sa, gli sguardi dicono molto di noi!

 

Il 55% della nostra comunicazione è di tipo non verbale, comprese le espressioni facciali, rivelando molto.
Quando chiediamo a una persona come va, molte volte, indossando una maschera, la risposta è un sorriso o un “bene” accennato. Se la guardassimo negli occhi, probabilmente ci renderemmo conto che quel sorriso non è reale e le emozioni che prova potrebbero essere altre.
Questo perché, per non svelarci, mettiamo una maschera.
Sappiamo dunque che ciò che appare non sempre è ciò che è…

 

E se negassimo lo sguardo, coprendo i nostri occhi?

 

Quale sarebbe il mezzo espressivo capace di decifrare le emozioni?
Accenni di sorrisi con la bocca e linee del viso che raccontano qualcosa… Ma gli occhi cosa dicono?

Un esempio di comunicazione visiva con questa tematica sono le opere di Severino del Bono, pittore bresciano di professione, che riesce ad esprimersi pienamente solo dipingendo.
Il suo occhio artistico guarda i visi di donne poiché per lui è importante il lato estetico.
I volti per lui incarnano un equilibrio estetico fuori dal tempo.
Ha deciso di reinterpretare la realtà, negando lo sguardo e celando il tutto dietro una barriera artificiale.
Un tentativo di fuga dalla realtà, gli occhi nascosti, alla ricerca di uno stato di introspezione dentro di sé. Inconsciamente possiamo definirli degli autoritratti, nel senso più profondo del termine.
Non da importanza solo a ciò che é fuori, ma preferisce chiudere gli occhi, come finestre, per aprirsi allo spazio interiore.

Chiudersi al fuori e aprirsi al dentro!

 

Severino decide di utilizzare qualsiasi oggetto per nascondere gli sguardi delle sue fanciulle, simbolicamente e con significati anche nascosti, ma pur sempre reali.
Una realtà sulla realtà che rende irreale il messaggio che arriva allo spettatore, tanto da portarlo a riflettere.
L’ironia, l’impronta pubblicitaria e i colori rendono le sue opere leggere da guardare, ma al contempo cariche di significati celati.

Pensandoci bene, gli occhi sono importanti e, se si é in uno stato di emozione, loro esprimono prima di tutti le sensazioni.

Chiudi gli occhi vai oltre….

“L’anima di una persona è nascosta nel suo sguardo, per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi”

 

 

(Jim Morrison)

Essere un artista è impegnativo e non posso più smettere!                             (Cit. Severino del Bono)