Ognuno di noi pianifica la propria vita in maniera così metodica, come se si avessero tutte le certezze e le risposte. Purtroppo la vita non è un’agenda da pianificare troppo dettagliatamente, perché non c’è logica in tutto.

Il pensiero laterale di Edward De Bono indica un modo di trattare i problemi servendosi di punti di vista alternativi e approcci indiretti. Spesso per avvicinarsi ad una soluzione bisogna allontanarsene.

Es. Quadrato di Maier

 

La vita é fatta inevitabilmente di variabili ed eventi che stravolgono i piani e questo può destabilizzare e disorientare.
Qualche esempio:

  • Decidere di non fare un viaggio dall’altra parte del mondo perché si ha paura dell’aereo e scoprire il giorno dopo che si possono fare incidenti anche in auto.
  • Decidere di cambiare strada, scegliendo quella più lunga, per non incontrare una persona che odiamo e incontrare nel cammino, casualmente, una persona che abbiamo amato.

 

Un esempio potrebbe essere la decisione di diventare mamma a 24 anni, in un momento in cui si sta studiando, lavorando, facendo in modo di scalare la vetta del successo.

Qualcuno sa se quella era la strada giusta per trovare la mia strada?

Naturalmente la risposta è no.

Quando accade un avvenimento importante come un figlio, nel momento sbagliato e con la persona sbagliata, si viene sovrastati da dubbi infiniti come:
Non é il momento…
Devo laurearmi…
Devo raggiungere gli obiettivi che mi ero prefissata…
Devo fare il lavoro dei miei sogni…
Vorrei trovare l’uomo dei miei sogni…
Ora da sola come farò?
Non voglio tornare indietro e ricominciare…
Ho sempre sognato una famiglia e la condivisione , di fare un figlio nel momento giusto.

Ma la domanda principale è: esiste davvero un momento giusto o é la scusa che troviamo a noi stessi per evitare di prendere una decisione difficile, continuando a procrastinare?
Si sa che la strada più semplice é la più comoda da percorrere e uscire dalla comfort zone é difficile.
Dal giorno in cui ho sentito quel cuore battere ho capito che era una parte di me che si stava svegliando e non che stava morendo. Ho capito che il corpo non é altro che lo specchio delle nostre debolezze e che accettare un cambiamento nel corpo é anche accettare un cambiamento nell’anima.

Ciò che cambia non sempre cambia in peggio, ma a volte in meglio.

Il tempo che prima si dava per scontato ora ha un valore e non solo un numero.Anche le notti in bianco, i pannolini da cambiare ,i pianti interminabili per dentini, coliche, fame, sonno, le bue finte… tutto accade per un motivo e nulla per caso!

I bambini aiutano ad apprezzare ogni singolo momento perché é unico e hanno la chiave di lettura per molti dei nostri interrogativi, a cui con presunzione diamo le nostre risposte.

Il gioco é uno di quei regali che porta fuori la creatività che crescendo, a volte, si perde.

Questo mi ha portato a fare esclusivamente ciò che mi piace, scrivere e creare, in un contenitore che è diventato il mio mondo. In lowxury esiste un valore che va oltre la superficie e che non ha regole, se non quelle dell’amore.

Come quando ricominci a studiare per laurearti (e recuperare il tempo perduto) con un bambino in giro per casa… impari a sviluppare doti di self control e problem solving e nessun’altra cosa ti sembra impossibile!

E poi le notti in bianco passano, le occhiaie scompaiono, i pannolini lasciano spazio alle mutandine di Spider-Man, i dentini spuntano e ricadono, le coliche finiscono, le bue finte lasciano spazio a ferite più grandi perché crescono e quindi i pianti interminabili non cesseranno mai!

La nostra vita é un quadrato e per unire tutti i punti, a volte, bisogna allontanarsi dalle proprie convinzioni e dal proprio ego per vedere il mondo con occhi diversi, prendendo anche strade diverse, che potrebbero condurci nei medesimi posti … o anche migliori!

“Quello che sembra un impedimento può rivelarsi una risorsa e se si vuole realmente qualcosa la si ottiene.”

Vale la pena di tentare, non avremo una seconda possibilità per fare la scelta giusta !