Quando sentiamo pronunciare la parola “relatività”, ci viene in mente questa foto.

L’equazione per eccellenza della fisica formulata da Albert Einsten dice che il tempo è relativo.

Questa relatività dipende dall’evento e può accelerare o diminuire per la velocità o la forza di gravità.
Una bambina una volta mi ha sorpreso.
Alla mia domanda “Cosa pensi del tempo”, lei ha risposto che il tempo è diverso.

Mi spiegava come la mattina si accorgeva che il tempo scorreva velocemente se la mamma la chiamava tardi e lentamente se la mamma la chiamava presto.
Ecco, questa bambina aveva già ben chiaro il concetto di tempo.
Anche un bambino in sé è il risultato dello scorrere del tempo, così come lo siamo noi.

La nostra stessa vita è scandita dallo scorrere del tempo e quando siamo felici ci sembra che il tempo voli, quando siamo tristi il tempo si ferma e sembra non scorrere mai. Vorremmo che i momenti tristi passassero più velocemente e quelli felici più lentamente.
Secondo Einstein infatti più aumentiamo la velocità dei corpi e più il tempo rallenta.

Noi e la relatività siamo in armonia poiché anche nelle nostre vite lo spazio è legato al tempo.

Cosa accade quando ci innamoriamo?

Quando conosciamo qualcuno, il momento del colpo di fulmine sembra durare minuti interminabili e invece accade tutto in pochi secondi. Incrociare lo sguardo dell’ uomo o della donna dei sogni fa fermare letteralmente il tempo e i successivi momenti insieme sono talmente brevi da dilatare il tempo del distacco, anche se si sta parlando di poche ore.

LEI: Amore, ma da quanto non ci vediamo?

LUI: Da un’ora.

LEI: Sembra trascorsa una settimana!

Andare nella giusta direzione significa proprio godere di ogni attimo, con quell’euforia tipica di chi ha qualcosa da fare, come se fosse l’ultimo giorno della propria vita.

I cuori di due innamorati battono così forte da fare in modo che il tempo trascorso insieme corrisponda ad un istante.

Molto spesso, nella quotidianità, si lascia spazio alla noia e all’inerzia, in qualsiasi ambito della vita.

Anche nella vita di coppia accade questo molto spesso. Ma come ovviare a questo problema?

Proviamo a immaginare che il giorno che stiamo vivendo sia unico e che non è detto che ci sarà un domani.<.p>

Troviamo senso e bellezza anche nelle piccole cose del quotidiano e non diamo per scontato di possederle, perché nulla è nostro davvero.
Una persona che vive attimo per attimo cerca di perfezionare ogni dettaglio, per rendere unico quel momento.

Nella vita di coppia, quotidianamente, è necessario cercare quel dettaglio, quel qualcosa di nascosto che ieri ci era sfuggito. La vostra dolce metà avrà sicuramente quel tratto nascosto che non avete ancora conosciuto e che è quel dettaglio in più che completa il colpo di fulmine del primo incontro.

Non diventiamo come un mobile dell’ ikea ambientato in un freddo ufficio di una multinazionale milanese, diventiamo come un pezzo di artigianato realizzato da chi è stato capace di trovare l’eccezionale nella vita ordinaria, creando qualcosa di unico.

Perché noi siamo esseri unici e inimitabili e se abbiamo avuto la fortuna di incrociare degli occhi in cui si è creata tale magia, crediamoci fino in fondo perché come diceva Walt Disney:

Se puoi sognarlo, puoi farlo!

Quindi se puoi sognare che la favola d’amore che ti raccontavano da bambino diventi reale, allora puoi renderla tale!