Come michelangelo, non aggiungere. Togli

La vita che viviamo è condizionata da quello che ci circonda e dalle persone con cui interagiamo.
Chi siamo davvero?

Se privi di condizionamenti siamo persone libere, serene, sicure, capaci di guardare con determinazione e ottimismo alla vita, raggiungendo gli obiettivi prefissati. Per tornare ad essere chi sei davvero non è necessario aggiungere niente a ciò che sei.
Si dovrebbero eliminare comportamenti sbagliati, negatività e atteggiamenti che riducono le potenzialità.

Ho visto un angelo nel marmo ed ho scolpito fino a liberarlo.
(Michelangelo Buonarroti)

Michelangelo diceva che non era necessario aggiungere ma togliere. Scolpiva le sue statue prendendo un blocco di marmo e togliendo il superfluo, a colpi di scalpello, fino a dar vita a qualcosa di semplice ma d’impatto.

L’idea si materializzava, facendo emergere la figura che aveva in mente.
Lo stesso vale per noi. Applicando gli stessi principi alla vita quotidiana i cambiamenti saranno notevoli.

C’è una frase dello scrittore, storico ed economista statunitense Warren Bennis che dice:
“Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto”.

Dunque cambiando anche solo una cosa nella nostra vita, cambieranno tutte le altre; ogni aspetto di noi e del nostro carattere è strettamente collegato a tutti gli altri.
Se iniziamo a togliere qualcosa di negativo nel nostro modo di essere e di rapportarci agli altri, daremo un’ impressione positiva e otterremo più consensi.
Non saremo più vittime di quei vecchi sistemi di comportamento ormai interiorizzati e la nostra vita sarà davvero nelle nostre mani.
Se riusciamo a cambiare una cosa così difficile come demolire uno schema di comportamento radicato, allora possiamo cambiare tutto quello che vogliamo!

Non aggiungere niente di superfluo alla tua vita, ma piuttosto toglilo.
Questo vale anche per le persone.
Ci sono persone presenti nel nostro percorso di vita che molte volte colmano semplicemente dei vuoti e non aggiungono altro che la loro “presenza” costante.

Attribuisci un valore a qualsiasi cosa ti sia attorno, che sia animata o inanimata e chiediti:
“ Come sarebbe se non ci fosse?”

Se subentra un dubbio nella risposta, allora è necessario chiederci:
“E’ davvero importante per la mia vita?”

Una volta fatti tutti gli esperimenti necessari per cercare di rispondere a questi interrogativi, ascoltati, respira e prendi tempo solo con TE.
Bisogna allontanarsi da tutto ciò che ti allontana da te stesso.
​Fai Come Michelangelo, non aggiungere. Togli.