Con il passare del tempo, le DONNE, dimenticano chi sono veramente e cercano di adattarsi ai modelli della società, ricoprendo più ruoli contemporaneamente, in una continua lotta alla ricerca di un po’ di spazio per se stesse.
Alcune donne si arrendono, altre diventano forti e mascoline, altre ricercano attenzioni, altre ancora sono eterne insoddisfatte o diventano vittime silenziose, per alcune vengono prima gli altri; fingendo che tutto vada bene esauriscono le loro energie, giorno dopo giorno.

E ancora, ancora, ancora…

La donna oggi, ai tempi di una quarantena diventata un bimestrale, assume anche il ruolo di insegnante per i figli, dovendo ricercare un modo per organizzare e incastrare tutto, tra l’essere donna, mamma, moglie, amante, casalinga, lavoratrice (e…)
La donna è molte cose e indossa molte maschere nel suo viaggio fatto anche di spazi bui dentro di sé, necessari affinché ritorni a splendere.
Per riuscirci deve riacquistare il valore di chi è e cosa fa, rompere gli schemi e sentirsi viva!

In questa cultura dualistica sei stata abituata, a categorizzare bene e male, giusto e sbagliato, tu e gli altri, addirittura bianco e nero; senza contare che l’equilibrio è dato dalla luce e dall’ombra, in totale armonia.
Cresciuta a distinguere e separare le donne dagli uomini, la ragazza dalla signora, il giovane dal vecchio;
separare la mente dal corpo, lo spirito dalla materia, sono cose che vengono spontanee se non si è stati allenati per abbracciare la persona in una totalità di corpo, mente e spirito.

Anche tu, come me e ogni essere umano, hai molti bisogni; possiamo classificarli in bisogni fisiologici, di sicurezza, il bisogno di stimoli, di affetto e socialità, il bisogno di appartenenza, di stima, di autonomia, di autorealizzazione, il bisogno di percepire  che la vita abbia un senso e che sia allineata ai tuoi valori principali.

L’autorealizzazione è posta al vertice della piramide di Maslow, poiché è la propensione di ogni essere umano a realizzare le sue potenzialità.
Così come se  fossi una guerriera e dovessi arrivare al vertice di una montagna, sai che il percorso sarà fatto di intemperie, salite, di affanni, di sofferenza,  draghi, ma anche di gioia, perché ogni passo che compi crea in te soddisfazione e amore verso te stessa e passo dopo passo, credendo nelle tue potenzialità, arrivi in cima e finalmente puoi urlare di gioia: “Ce l’ho fatta”!
L’anima può essere allenata al miglioramento delle prestazioni del corpo intero, agendo sul piano corporeo, mentale e spirituale.
Così, giorno dopo giorno, essere te stessa sarà sempre più semplice.

E’ importante agire e decidere quale direzione vuoi prendere per la tua vita, così da non perderla mai di vista e proseguire senza distrazioni, ma con una consapevolezza tale che permetta di poter apprezzare e trarre beneficio anche dalle deviazioni durante il percorso.

L’azione crea la scoperta, quindi puoi scegliere di vivere diversamente ed essere libera!

Quali sono i tuoi BISOGNI?
Se ti è difficile rispondere, prova a pensare a quali emozioni vivi nella tua vita in questo momento e quali sono i bisogni associati ad esse.

E’ arrivato il tempo di splendere!


Smetti di cercare al di fuori quello che è già dentro di te, compi il tuo primo passo verso l’azione e goditi la LIBERTA’!

“Non ho tempo” è una scusa già utilizzata prima del 2020.

Ora potrebbe essere “Se voglio, ho tempo per me”

LA TUA VITA E’ COME UN VIDEOGIOCO, SEI TU A PREMERE I TASTI DEL TUO POTERE PERSONALE.

In questo particolare momento ogni donna ha bisogno di parlare e di sentirsi ascoltata, di supporto per affrontare lo stress, la sensazione di straniamento e di frustrazione, di essere in stand-by in attesa di ricavare un po’ di spazio per te stessa e centrarti.
Ora che il tempo si è rallentato, puoi cogliere questa opportunità.