I miei valori

Credo nell’ unicità

Credo nel talento

Credo nell’autenticità

Credo che ognuno abbia dentro di sé l’energia della creazione

Credo nel valore del tempo

Credo che la sofferenza sia un’opportunità per migliorarsi e diventare più forti

Credo nella semplicità

Credo che ognuno possa risvegliarsi, se lo vuole davvero

Credo nell’essere noi stessi

Credo che l’ambiente interno vada curato

Credo nell’amore in ogni sua forma

Credo nel perdono e nel lasciare andare

Credo nei sogni con un piano per realizzarli

Credo in una vita a colori

Credo nel cambiamento

Credo che come farfalle possiamo spiccare il volo

Credo nella libertà

Qual è il percorso che mi ha portata fino a qui?

Sin dalla tenera età ho dovuto superare sfide personali, familiari e lavorative che sembravano più grandi di me. Sono cresciuta con il freno a mano tirato perchè avevo paura del giudizio del contesto intorno a me e non riuscivo ad esprimermi per quello che ero. Ho indossato una corazza così impenetrabile che nascondeva la mia insicurezza e mi portava a pensare che l’unica via per essere accettata fosse quella di essere perfetta.
Lo sport mi ha  insegnato a non arrendermi e a raggiungere gli obiettivi, nonostante le innumerevoli difficoltà

Una parte della mia vita è stata dedicata prevalentemente alla cura del corpo e all’insegnamento di nuoto, pilates e aerial hammock. Impartivo lezioni tecniche per aiutare le persone ad ottenere un risultato e riuscivo nell’impresa perché entravo in empatia con i miei clienti, ascoltandoli e comprendendo i loro bisogni. Questo accadeva in tutti gli innumerevoli lavori che ho svolto a contatto con le persone.

Finchè un giorno ho capito che non era la mia strada e sentivo la necessità di mettere in armonia corpo, mente e spirito, per sentirmi davvero soddisfatta. Sentivo semplicemente di voler esplorare. Non sapevo bene come.

A 24 anni la mia vita è cambiata nel momento in cui ho sentito il battito di mio figlio crescere in me. Un figlio inaspettato che però ho sentito essere più importante dell’aria che respiravo.

Quel momento così importante non era condiviso ma l’ho affrontato da sola con momenti di sconforto e pianti misti a gioia e momenti di amore. Iniziavo a comprendere cosa fosse davvero l’amore incondizionato, ad amare me stessa e a provare un forte senso di gratitudine.

Ho così deciso di mollare tutto e di tornare nella mia amata Puglia; sono ripartita senza nulla e ho dovuto ritrovare la mia strada per cominciare più forte di prima, da un garage di 25 mq. che è diventata la nostra casa, ricca di emozioni.

Con la nascita di mio figlio Josè ho modificato totalmente la mia vita, le mie priorità, le prospettive, gli obiettivi, il mio stile di vita e il mio modo di vedere le cose. Ho sentito la necessità di migliorarmi, crescere e questo mi ha portata finalmente ad avere il coraggio di abbandonare una instabile e altalenante relazione tossica e scegliere di ripartire da me; ritrovare quella parte di me che era stata soffocata.
Sentivo la necessità di focalizzarmi su di me per poter svolgere la mia missione di mamma nel miglior modo possibile e per essere di aiuto e nutrimento nella crescita di un essere umano così importante come un figlio.

Ho ripreso così a studiare e ad investire tempo in quello che mi piaceva e mi faceva star bene. Da anni non dedicavo tempo alle attività artistiche e creative come giocare, colorare, arredare, scrivere, creare e fare le cose con la leggerezza di un bambino. Mio figlio Josè è stato per me un grande insegnante, che con la sua energia è riuscito ad allontanare le ombre per dare spazio alla luce.

Mi sono resa conto che potevo rendere reale quello che immaginavo, con la creatività, nutrendomi esclusivamente di ciò che mi faceva star bene e investendo il mio tempo nel realizzare i miei sogni, non quelli degli altri.

Ho scelto consapevolmente, nel giusto tempo, il percorso di studi che mi rappresentava e mi sono laureata in Comunicazione, media e pubblicità, con una tesi in creatività pubblicitaria. Ho realizzato il primo prodotto editoriale in formato magazine in cui ho unito la creatività al mio percorso di crescita personale.

Scrivimi per ricevere il magazine in formato pdf

Il coaching olistico si è unito alla scienza del sé, alla comunicazione e alla mia innata passione per la creatività; allenano alla consapevolezza e mettendo in armonia corpo, mente e spirito.

E’ nato così il mio brand Lowxury, che ha intrecciato il mio percorso di crescita personale e spirituale, definendo anche il mio proposito di vita. È per me una missione oggi aiutare le donne a risvegliare potere personale ed energia creativa, per accompagnarle in un viaggio di consapevolezza in cui imparare a comunicare con se stesse… e con gli altri.
Vorrei sensibilizzare e portare l’attenzione al cambiamento, che parte prima di tutto da dentro se stessi.

Mi sono formata dai migliori e mi sono allenata ad essere la versione migliore di me stessa, specializzandomi anche in mindfulness, meditazione e visualizzazioni creative.

Ho voluto apprendere gli strumenti necessari per vivere la vita felice che avevo sempre sognato e inevitabilmente, guardandomi indietro, provo un grandissimo senso di soddisfazione e gratitudine.

Fondere passione e lavoro è stato un passo naturale, perché mi emoziona molto aiutare le donne ad utilizzare i giusti strumenti per acquisire consapevolezza del sé, in maniera semplice e creativa, per guardare il mondo con nuovi occhi e amarsi davvero. Un allenamento quotidiano per affrontare il cambiamento che meritano.

Cosa faccio?

Aiuto le donne a conoscersi e diventare la versione migliore di se stesse, mettendo in armonia corpo, mente e spirito.

 

Come?

Fornendo gli strumenti per imparare a comunicare con se stesse, accompagnandole alla consapevolezza di se’, risvegliando potere personale ed energia creativa.

E...

E così trovare la propria strada per essere davvero felici 

Stay in Touch

Rimani aggiornata!