Il legame fra olismo e benessere è ormai chiaro e appurato dai professionisti di moltissime discipline. Questo approccio – il cui nome deriva dal greco “olos” che significa “tutto” – sostiene che l’essere umano sia un sistema integrato di mente, corpo e spirito.

Ecco perché le pratiche che si rifanno all’olismo sono così varie: ognuna di esse, a modo suo, si prende cura di tutti questi aspetti. Se vuoi raggiungere uno stato di benessere profondo, che coinvolga ogni ambito della tua vita, ti invito a proseguire nella lettura: in questo articolo scoprirai come farlo.

Migliora il tuo benessere con una visione olistica

Non so a te, ma a me è capitato spesso di non stare bene fisicamente all’improvviso, senza apparente motivo, per poi rendermi conto che il malessere del mio corpo aveva origini emotive.

Quando qualcosa turba le nostre emozioni, infatti, è molto frequente che l’organismo ci invii segnali sottoforma di sintomi. Mal di testa o di stomaco, spossatezza, insonnia: sono tutti piccoli campanelli d’allarme, che ci invitano a cercarne la causa e ad amarci di più.

Olismo e benessere sono strettamente collegati tra loro: se provassimo a risolvere quel mal di testa con un semplice antidolorifico, probabilmente non faremmo altro che spostare il problema altrove. Perché? Proprio per quello che scrivevo poco fa: siamo una totalità di mente, corpo e spirito. Per stare bene – bene davvero – dobbiamo prenderci cura di tutte le componenti allo stesso tempo.

Visione olistica

Per farlo, possiamo chiedere aiuto alle discipline olistiche – che vedremo tra poco – oppure mettere in atto alcuni esercizi quotidiani dedicati al benessere. Ecco qualche esempio:

  • costruisci una routine mattutina da seguire, che ti faccia iniziare la giornata con energia e ispirazione;
  • lavora sulla tua autoconsapevolezza, che è il primo passo fondamentale verso la serenità;
  • dedica 10 minuti al giorno alla meditazione yoga, a quella basata su visualizzazioni mentali o alla mindfulness;
  • mangia sano e fai attività fisica – anche leggera – con costanza;
  • ritagliati uno spazio tutto tuo, quotidiano o settimanale, da dedicare a ciò che ti appassiona.

Puoi provare a mettere in pratica questi suggerimenti in autonomia, oppure farti aiutare da una coach olistica – come me – che crei un percorso efficace e personalizzato in base alle tue necessità. Ma il coach non è l’unica figura che si occupa di olismo e benessere: vediamo insieme quali sono le altre discipline a tua disposizione.

Le discipline olistiche, alleate della tua felicità

Lo scopo delle terapie olistiche, come ormai puoi immaginare, è quello di prendere in carico la persona nella sua totalità, aiutandola a recuperare equilibrio e benessere a 360 gradi. Ognuna di esse lo fa con regole particolari, ma tutte hanno in comune il fatto di usare trattamenti energetici che vanno a lavorare sulle cause profonde del problema.

In Italia la professione di operatore olistico non è ancora riconosciuta e regolamentata da leggi specifiche, ma le discipline che si rifanno a questo approccio sono molte e si adattano a esigenze di ogni tipo… incluse le tue, ne sono certa!

Il mio suggerimento è comunque quello di assicurarti dell’affidabilità del professionista che scegli, valutando la sua formazione prima di iniziare un percorso terapeutico. Inoltre, se stai affrontando problematiche fisiche di una certa importanza, è sempre consigliabile affiancare le discipline olistiche alla medicina classica.

Ma quali sono le terapie di tipo olistico più diffuse? Vediamole insieme.

Discipline olistiche

Agopuntura, l’unione fra medicina orientale e occidentale

Questa disciplina olistica, che affonda le sue antichissime radici in Cina, è una delle poche ufficialmente riconosciute in Italia e può essere praticata solo da un medico.

Attraverso l’inserimento di aghi in punti specifici del corpo viene ripristinato un corretto flusso energetico e, di conseguenza, un livello ottimale di benessere.

Reiki e riequilibrio energetico

Anch’esso antichissimo, il reiki è un tipo di trattamento che agisce sull’energia senza bisogno di contatto fisico e aiuta a raggiungere stati di rilassamento molto profondi. L’operatore olistico, in questo caso, è il canale attraverso cui l’energia universale viene indirizzata verso la persona.

Naturopatia, l’integrazione di diverse discipline olistiche

Dopo un percorso formativo della durata di tre anni, il naturopata può intervenire sul benessere globale della persona usando metodi differenti. Dall’aromaterapia con gli oli essenziali all’uso dei cristalli, dalla riflessologia plantare al massaggio shiatsu: in base alle difficoltà della persona, sceglierà la tecnica più idonea.

Fiori di Bach per l’equilibrio emotivo

I Fiori di Bach sono un rimedio scoperto e studiato dal medico inglese Edward Bach per intervenire sulle emozioni. Ognuno dei 38 distillati di fiori ha una funzione specifica, e agisce là dove c’è uno squilibrio. In Italia esiste un Registro di Floriterapeuti di riferimento, anche se non si tratta di un titolo ufficialmente riconosciuto.

Ayurveda, la medicina tradizionale indiana

Da qualche anno la medicina ayurvedica, nata anticamente in India, è regolamentata nel nostro Paese. Anche questa disciplina olistica va ad agire su tutti i piani che compongono la persona, attraverso l’alimentazione, lo yoga, la meditazione e il massaggio ayurvedico. Oltre che lavorare sul problema, questi trattamenti vengono spesso usati come forma di prevenzione e promozione di salute e longevità.

Osteopatia: lavorare sul corpo per curare l’insieme

Sempre più diffusa negli ultimi anni, l’osteopatia è una terapia olistica che agisce sull’organismo ma va ad influenzare anche il piano energetico più profondo. Si basa infatti sulla manipolazione dell’apparato muscolo-scheletrico e dei tessuti, ed è l’ideale per curare problematiche fisiche anche nel caso si leghino a una componente emotiva.

Olismo e benessere, non è finita qui 

Le discipline che abbracciano l’olismo per farti recuperare il benessere non terminano qui, in realtà. All’elenco potrebbero aggiungersi la pranoterapia, l’omeopatia, la cromoterapia, la kinesiologia, senza dimenticare arte e musico terapia ma anche la pet therapy. In generale si può parlare di olismo ogni volta che si interviene su più livelli per sbloccare e riequilibrare le energie, con lo scopo di raggiungere una maggiore serenità.

Questa visione olistica ti incuriosisce e vorresti approfondire, magari avviando un percorso cucito su misura per te? Allora scrivimi: valuteremo insieme le tue esigenze e gli obiettivi che ti poni, e troveremo il miglior “allenamento interiore” per raggiungerli!