Forse sei arrivata qui perché hai sentito parlare dei trattamenti energetici e ne sei rimasta affascinata, pur non sapendo bene cosa si intenda con questi termini.

Ti senti stanca o al contrario iperattiva? Vorresti migliorare il tuo benessere mentale e fisico? Allora continua a leggere: ti accompagno in un viaggio alla scoperta del misticismo andino e di tecniche energetiche che ti aiuteranno a raggiungere questo e altri obiettivi.

Conosciamo più da vicino i trattamenti energetici

Per trattamento energetico si intende una pratica che ha lo scopo di supportare chi la richiede, promuovendone il benessere psicofisico e l’evoluzione spirituale. Le scuole e gli approcci che si occupano di questo possono essere diversi, ma tutti hanno lo stesso fulcro: la trasmissione di energia da parte di un operatore olistico – come me – e la sua attivazione in chi la riceve.

L’energia – che può essere chiamata kausay, prana, luce, amore o in mille altri modi a seconda della tradizione di riferimento – è considerata principio vitale e motore primario della nostra salute e serenità.

Il problema è che, nel mondo occidentale, la maggior parte di noi non è capace di percepire questa energia che ci circonda, né tantomeno di utilizzarla correttamente. Al contrario: spesso, in maniera del tutto inconsapevole, la blocchiamo o la sprechiamo e ne subiamo le conseguenze negative senza rendercene conto.

I trattamenti energetici, grazie alle loro particolari tecniche, aiutano a recuperare la connessione con questa forza che scorre dentro e fuori di noi: questo è il primo passo necessario per farla fluire in libertà.

Trattamenti con energia andina

Perché usare le tecniche energetiche

Ti stai chiedendo se queste pratiche facciano al caso tuo? La risposta è sì, se ti trovi in una di queste situazioni:

  • hai un malessere fisico o emotivo che non comprendi (potrebbe essere legato a uno squilibrio energetico!);
  • ti senti stanchissima, fiacca, con l’umore a terra e zero voglia di fare;
  • sei irrequieta, stressata, fai fatica a dormire e non sai come incanalare le troppe energie che senti di avere;
  • vuoi avviare un percorso di crescita ed esercitare la tua autoconsapevolezza.

Grazie ai trattamenti energetici ti sentirai più rilassata, potrai rilasciare le tensioni che porti con te da tempo, le vecchie abitudini che non ti servono più, le memorie tristi o traumatiche che ti appesantiscono. E, soprattutto, ti aprirai al nuovo che ti aspetta!

I trattamenti basati sull’energia andina

Come accennato prima, i trattamenti energetici attingono a tradizioni diverse con origini in ogni parte del mondo. Si va dal reiki al lavoro sui chakra, dalla pranoterapia ai cerchi sonori… arrivando fino al misticismo andino.

Questo sistema di conoscenze e tecniche è stato sviluppato nell’antichità dai popoli Inca della regione di Cusco, sulle Ande peruviane, e per centinaia di anni è stato tramandato oralmente dai Paqos (i sacerdoti). Negli anni ’50, un antropologo scoprì l’esistenza di questa comunità e portò alla luce il loro patrimonio spirituale, legato proprio all’energia andina.

Tutt’oggi le pratiche della tradizione Inca possono essere solo divulgate attraverso il cammino per diventare Paqo – che io sto percorrendo con entusiasmo – o integrate all’interno di sessioni di coaching.

Misticismo andino

L’energia secondo la tradizione andina

Stando a questa visione, l’Universo intero è fatto di energia vivente (detta kausay). Esseri umani, animali, piante, elementi e fenomeni naturali: tutto è energia in continuo fluire.

O meglio: sarebbe in continuo fluire, se non fosse che l’uomo – con la sua mente – è l’unico in grado di generare dei blocchi e di rendere quell’energia densa e sgradevole, proprio come l’acqua stagnante. I trattamenti energetici intervengono proprio lì e aiutano a recuperare la connessione con quel lato più impalpabile di noi, rimettendo in movimento ciò che si era fermato.

Tutte le tecniche andine si basano quindi sull’energia e sul suo corretto utilizzo, e coinvolgono sempre il recupero di un contatto profondo con la natura e con la Pachamama (Madre Terra). Grazie a esse puoi diventare consapevole dell’energia che in cui sei immersa, imparando a muoverla e incanalarla verso il raggiungimento del tuo obiettivo, che sia la crescita interiore, il benessere mentale o quello fisico.

In particolare, questa tradizione si concentra molto sull’evoluzione spirituale, che consente di scalare i sette livelli di consapevolezza che potenzialmente caratterizzano gli esseri umani. Dico potenzialmente perché i gradi superiori di coscienza sono in realtà complessi da raggiungere e richiedono un lavoro davvero approfondito su di sé.

L’energia andina immagina ognuno di noi come un seme, che contiene dentro di sé la possibilità di trasformarsi in una meravigliosa pianta. Perché ciò accada bisogna scegliere di vivere in armonia con l’energia della Terra e con il mondo sociale, in modo da crescere sul piano fisico, mentale e spirituale.

I trattamenti energetici che si rifanno al misticismo andino sono quindi rituali che coinvolgono la persona e gli elementi naturali, con lo scopo di rientrare in contatto con le energie, riequilibrarle e potenziare l’autoconsapevolezza.

Sei anche tu attratta da questo mondo che unisce spiritualità e concretezza? Allora scrivimi: parleremo più approfonditamente del percorso che potresti fare per provare in prima persona queste tecniche!